null RilascioCartadiIdentitàElettronica

Rilascio Carta di Identità Elettronica

Il cittadino può chiedere il primo rilascio o il rinnovo della Carta d'Identità Elettronica (C.I.E.) al Comune di residenza o dimora. La consegna avviene entro sei giorni lavorativi dalla data della richiesta a cura del Ministero dell'Interno. Viene inviata al domicilio o ritirata presso il Comune.

Come fare

  • Con circolare 5 settembre 2017, n. 8/2017, il Ministero dell'Interno ha stabilito l'avvio delle procedure per il rilascio della Carta d'Identità Elettronica (CIE). L’emissione delle carte cartacee non è invece più consentita, se non per casi di estrema e documentata urgenza.

    La CIE, tramite il pin personale associato alla carta, consente di accedere a numerosi servizi on-line della pubblica amministrazione, sia in Italia che in Europa, fungendo da identità digitale. 

    Per il rilascio della CIE occorre prendere appuntamento, è possibile procedere direttamente dal sito del Ministero dell'Interno - Agenda Cie – a questo link: https://agendacie.interno.gov.it. E’ comunque possibile fissare l’appuntamento anche per mezzo dell’ufficio Anagrafe telefonando al numero 0434-636760 dal lunedì al venerdì dalla 12 alle 13, oppure scrivendo a: demografici@comune.azzanodecimo.pn.it.

    Una volta fissato l’appuntamento, occorre presentarsi allo sportello dell’Ufficio Anagrafe con la seguente documentazione:

    • la vecchia carta d’identità scaduta o deteriorata (se smarrita/rubata, occorre anche la denuncia fatta all'autorità di pubblica sicurezza)
    • una foto formato tessera 45 x 35 mm, recente (massimo sei mesi), su sfondo chiaro, come da disposizioni ICAO 9303, in nessun modo manomessa o danneggiata.
    • il tesserino sanitario
    • solo per minore italiano che non può essere accompagnato da entrambi i genitori: l’assenso scritto alla validità per l’espatrio del genitore che non può essere presente, con allegata copia del documento d’identità (modulo scaricabile da questo sito).

     

    NOTA BENE: in occasione della richiesta di rilascio della nuova CIE, al cittadino con più di 12 anni d’età vengono prese le impronte digitali e la firma. Il cittadino con più di 18 anni d’età ha inoltre la facoltà di esprimere la propria volontà in merito alla donazione di organi e/o tessuti, come da convenzione tra Ministero dell'Interno, Ministero della Salute e Centro Nazionale Trapianti; chi non ha possibilità di recarsi in Comune per comprovati motivi di salute, può chiamare l’Ufficio Anagrafe per concordare la firma a domicilio.

    L’inserimento dei dati a sportello e la trasmissione al ministero richiedono circa 30 minuti. La CIE però non viene rilasciata subito: verrà consegnata - a mezzo raccomandata – dopo circa 6 giorni dal Ministero dell'Interno, per il tramite dell'Istituto Poligrafico e Zecca dello Stato. Nel frattempo, l’anagrafe rilascia un documento di riconoscimento temporaneo, valido in Italia ma NON UTILIZZABILE PER L’ESPATRIO. Quindi, il cittadino italiano che deve viaggiare all'estero (o comunque prendere l’aereo) deve ricordare di rinnovare la carta per tempo. 

    Il costo base, stabilito dal Ministero dell'Interno, è di € 22,21 (in caso di smarrimento, furto o deterioramento è previsto il doppio diritto) da pagare preferibilmente con il POS.

    La validità del documento dipende dall'età del titolare:  

    •  fino ai 3 anni di età: validità 3 anni
    • da 3 anni a 17 anni: validità 5 anni
    • da 18 anni: validità 10 anni

Entro quanti giorni: 6

Cosa fare

  • Una volta fissato l’appuntamento, occorre presentarsi allo sportello dell’Ufficio Anagrafe con la seguente documentazione:

    • la vecchia carta d’identità scaduta o deteriorata (se smarrita/rubata, occorre anche la denuncia fatta all’autorità di pubblica sicurezza)
    • una foto formato tessera 45x35mm, recente (massimo sei mesi), su sfondo chiaro, come da disposizioni ICAO 9303, in nessun modo manomessa o danneggiata.
    • il tesserino sanitario
    • solo per minore italiano che non può essere accompagnato da entrambi i genitori: l’assenso scritto alla validità per l’espatrio del genitore che non può essere presente, con allegata copia del documento d’identità (modulo scaricabile da questo sito).
    Assenso per validità espatrio per minore
  • Il pagamento viene effettuato al momento del rinnovo/rilascio. L'ufficio anagrafe dispone di POS per i pagamenti con carta: al fine di limitare l'uso dei contanti, si richiede di utilizzare preferibilmente questa modalità.

Dove andare

Sede

Azzano Decimo, PIAZZA Libertà 1
Piano Terra

Orari

Orario di apertura al pubblico:

Lunedi 09:00 - 13:00
Dal Martedi Al Venerdi 10:00 - 13:00
Giovedi 16:00 - 18:00
Sabato 08:30 - 12:30

Trasparenza

Atto primario: D.P.R., N°: 469 Del: 1974,

Atto secondario: Circolare Ministero dell’Interno, N°: 10 Del: 2016,

  • Regio decreto 18 giugno 1931, n. 773

    TESTO UNICO DELLE LEGGI DI PUBLICA SICUREZZA TULPS. Art.3.  

    LEGGE 16 giugno 1998, n. 191

    Modifiche ed integrazioni alle leggi 15 marzo 1997, n. 59, e 15 maggio 1997, n. 127 nonché norme in materia di formazione del personale dipendente e di lavoro a distanza nelle pubbliche amministrazioni. Disposizioni in materia di edilizia scolastica. Art. 2 comma 4.  

    DECRETO DEL PRESIDENTE DEL CONSIGLIO DEI MINISTRI 22 ottobre 1999, n.437

    Regolamento recante caratteristiche e modalità per il rilascio della Carta di identità elettronica e del documento di identità elettronico, a norma dell’articolo 2, comma 10, della legge 15 maggio 1997, n. 127, come modificato dall’articolo 2, comma 4, della legge 16 giugno 1998, n. 191. Art. 1.   

    DECRETO LEGISLATIVO 7 marzo 2005, n. 82

    Codice dell’amministrazione digitale. Art. 64, Art. 65.   

    DECRETO-LEGGE 31 gennaio 2005, n. 7

    Disposizioni urgenti per l’università e la ricerca, per i beni e le attività culturali, per il completamento di grandi opere strategiche, per la mobilità dei pubblici dipendenti e per semplificare gli adempimenti relativi a imposte di bollo e tasse di concessione, nonché altre misure urgenti. Art. 7 vicies-ter, Art. 7 vicies-quater.   

    DECRETO-LEGGE 19 giugno 2015, n. 78

    Disposizioni urgenti in materia di enti territoriali. Disposizioni atte garantire la continuità dei dispositivi di sicurezza e di controllo del territorio. Razionalizzazione delle spese del servizio sanitario nazionale, nonché norme in materia di rifiuti e di emissioni industriali. Art. 10.   

    DECRETO 23 dicembre 2015.

    Modalità tecniche di emissione della Carta d’identità elettronica.  

    DECRETO 25 maggio 2016.

    Determinazione del corrispettivo a carico del richiedente la carta d’identità elettronica, ai sensi dell’art. 7-vicies quater del decreto-legge 31 gennaio 2005, n. 7, convertito, con modificazioni, dalla legge 31 marzo 2005, n. 43.  

Istanza di parte - L'avvio del procedimento avviene con istanza di parte quando l'amministrazione viene sollecitata a procedere da un privato o da un'altra amministrazione

Data di aggiornamento: 04.08.2020