null Residenza_in_tempo_reale_-_nuova_iscrizione_anagrafica_per_immigrazione_da_altro_Comune,__per_immigrazione_da_estero,_da_irreperibilità,_dall'estero_di_cittadini_iscritti_A.I.R.E.

Residenza in tempo reale - nuova iscrizione anagrafica per immigrazione da altro Comune, per immigrazione da estero, da irreperibilità, dall'estero di cittadini iscritti A.I.R.E.

I cittadini che effettuano un cambio di residenza all'interno dello stesso comune sono tenuti a segnalarlo presso l'uffcio anagrafe.

Come fare

Entro quanti giorni: 45

Cosa fare

  • Modulo assenso per ingresso in nucleo familiare
  • Elenco Documenti
    da allegare in fotocopia alla Dichiarazione di Residenza per ogni persona richiedente il trasferimento di residenza.
     
     
    Cittadini Italiani
    • Carta D'identità o altro documento di riconoscimento
    • Codice Fiscale o Tessere Sanitaria
    • Patenti di guida Italiana
    • Libretti di circolazione di ogni veicolo italiano intestato o cointestato
    • Documento attestante la legittima occupazione dell'alloggio (art.5 d.l. 28 marzo 2014, n.47 convertito in legge 23 maggio 2014, n.80 : atto di proprietà; contratto di locazione/comodato d’uso; altro titolo autorizzativo quale contratto preliminare di vendita, titolo costitutivo dell’usufrutto, copia dell’atto di assegnazione di edilizia sovvenzionata etc…)
    • Modulo assenso del proprietario o dei proprietari (in assenza, gli stessi saranno avvisati con lettera raccomandata ai sensi della legge 241/1990)
    • In caso di figli minori di genitori non conviventi: modulo di assenso del genitore che non trasferisce la residenza
    • Dichiarazione di assenso dell’intestatario della scheda di famiglia (per l’ingresso in una famiglia gia’ esistente)

    Cittadini extra-comunitari

    • Passaporto o altro documento d’identità valido per l’espatrio rilasciato dal Paese d’origine (con gli eventuali visti di ingresso)
    • Permesso di soggiorno in corso di validità

    oppure

    • Permesso di soggiorno scaduto + domanda di rinnovo presentata entro 60 giorni dalla scadenza
    • per i cittadini in attesa del primo permesso di soggiorno per lavoro subordinato: copia del contratto di soggiorno e della domanda di rilascio del permesso presentata allo Sportello Unico + ricevuta di pagamento rilasciata dall’ufficio postale
    • per i cittadini in attesa del primo permesso di soggiorno per ricongiungimento familiare: fotocopia del nulla osta rilasciato dallo Sportello unico+ricevuta di pagamento rilasciata dall’Ufficio postale
    • Carta d’identità Italiana (se in possesso)
    • Codice Fiscale o Tessera Sanitaria
    • Patenti di guida Italiana
    • Libretti di circolazione di ogni veicolo italiano intestato o cointestato
    • Documento attestante la legittima occupazione dell'alloggio (art.5 d.l. 28 marzo 2014, n.47 convertito in legge 23 maggio 2014, n.80 : atto di proprietà; contratto di locazione/comodato d’uso; altro titolo autorizzativo quale contratto preliminare di vendita, titolo costitutivo dell’usufrutto, copia dell’atto di assegnazione di edilizia sovvenzionata etc…)
    • Modulo assenso del proprietario o dei proprietari (in assenza, gli stessi saranno avvisati con lettera raccomandata ai sensi della legge 241/1990)
    • Dichiarazione di assenso dell’intestatario della scheda di famiglia (per l’ingresso in una famiglia gia’ esistente)
    • Copia di atti tradotti e legalizzati comprovanti stato civile e composizione della famiglia (richiesto per comprovare lo stato civile e i rapporti di parentela ai fini delle certificazioni)
    • In caso di figli minori di genitori non conviventi: modulo di assenso del genitore che non trasferisce la residenza

     

    Cittadini comunitari

    PER OGNI PERSONA RICHIEDENTE IL TRASFERIMENTO DI RESIDENZA DA ALTRO COMUNE ITALIANO O DALL’ESTERO:

    • PASSAPORTO o altro documento d’identità valido per l’espatrio rilasciato dal Paese d’origine
    • ATTESTAZIONE DI REGOLARE SOGGIORNO PERMANENTE RILASCIATO IN BOLLO DA ALTRO COMUNE ITALIANO

    Oppure

    • DOCUMENTI ATTESTANTI IL POSSESSO DEI REQUISITI D.LGS. n. 30/2007 **. (Contratto di lavoro e busta paga/ricevuta di comunicazione all’INPS e busta paga/ documenti relativi alla partita IVA; oppure: autodichiarazione del possesso di risorse economiche sufficienti + assicurazione sanitaria; oppure documentazione attestante l’iscrizione presso un istituto scolastico + autodichiarazione del possesso di risorse economiche sufficienti +assicurazione sanitaria)
    • CODICE FISCALE o TESSERA SANITARIA
    • CARTA D’IDENTITA’ ITALIANA (se in possesso)
    • PATENTI DI GUIDA ITALIANE
    • LIBRETTI DI CIRCOLAZIONE DI OGNI VEICOLO ITALIANO INTESTATO e COINTESTATO
    • DOCUMENTO ATTESTANTE LA LEGITTIMA OCCUPAZIONE DELL’ALLOGGIO (art.5 d.l. 28 marzo 2014, n.47 convertito in legge 23 maggio 2014, n.80 : atto di proprietà; contratto di locazione/comodato d’uso; altro titolo autorizzativo quale contratto preliminare di vendita, titolo costitutivo dell’usufrutto, copia dell’atto di assegnazione di edilizia sovvenzionata etc…)
    • MODULO DI ASSENSO DEL PROPRIETARIO/DEI PROPRIETARI (in assenza, gli stessi saranno avvisati con lettera raccomandata ai sensi della legge 241/1990)
    • COPIA DI ATTI TRADOTTI E LEGALIZZATI COMPROVANTI STATO CIVILE E COMPOSIZIONE DELLA FAMIGLIA (opzionale per comprovare lo stato civile e i rapporti di parentela ai fini delle certificazioni, obbligatorio per l’iscrizione di familiare di cittadino UE) **
    • IN CASO DI FIGLI MINORI DI GENITORI NON CONVIVENTI: MODULO DI ASSENSO DEL GENITORE CHE NON TRASFERISCE LA RESIDENZA
    • DICHIARAZIONE DI ASSENSO DELL’INTESTATARIO DELLA SCHEDA DI FAMIGLIA (PER L’INGRESSO IN UNA FAMIGLIA GIA’ ESISTENTE)         

    **PER I CAMBI DI ABITAZIONE NEL TERRITORIO DEL COMUNE NON OCCORRE RIPRESENTARE I DOCUMENTI ATTESTANTI IL POSSESSO DEI REQUISITI DEL D.LGS 30/2007 E GLI ATTI DI STATO CIVILE TRADOTTI E LEGALIZZATI GIA’ CONSEGNATI

     
    La dichiarazione di residenza va presentata dopo aver effettivamente occupato l’abitazione.
    Si ricorda di apporre il proprio nome e cognome sul campanello e sulla cassetta postale.
     
    Si ricorda inoltre che, qualora emerga la non veridicità della dichiarazione di residenza, tutti i benefici acquisiti decradanno ai sensi dell’art. 75 del dpr 445/2000. l’ipotesi di reato verrà segnalata all’autorità di pubblica sicurezza ai sensi dell’art. 19, c. 3, del dpr 223/89 e dell’art. 5, c. 4, d.l. n. 5/2012.
     
     
    Dichiarazione cambio di residenza in tempo reale
  • Dichiarazione assenso trasferimento minori
  • Dichiarazione assenso del proprietario
  • Dichiarazione disponibilità risorse economiche

Dove andare

Sede

Azzano Decimo, piazza Libertà 1
Piano Terra

Orari

Orario di apertura al pubblico:

Lunedi 09:00 - 13:00
Dal Martedi Al Giovedi 10:00 - 13:00
Giovedi 10:00 - 13:00 | 16:00 - 18:00
Venerdi 10:00 - 13:00
Sabato 08:30 - 12:30

Trasparenza

Atto primario: L., N°: 1122 Del: 1954,

Atto secondario: D.P.R., N°: 223 Del: 1989,

  • D.Lvo 286/1998 D.P.R. 394/1999 D.P.R. 344/2004 Legge 241/1990 Legge 30/2007 Legge 35/2012

Istanza di parte - L'avvio del procedimento avviene con istanza di parte quando l'amministrazione viene sollecitata a procedere da un privato o da un'altra amministrazione

  • Segretario Comunale

Data di aggiornamento: 13.11.2019