null NW_20210125_Buon_spesa_alimenari_2021

AVVISO PUBBLICO PER L’EROGAZIONE DI BUONI SPESA PER GENERI ALIMENTARI A FAVORE DEI RESIDENTI IN STATO DI BISOGNO ECONOMICO A CAUSA DELL’EMERGENZA COVID-19

AVVISO PUBBLICO PER L’EROGAZIONE DI BUONI SPESA PER GENERI ALIMENTARI A FAVORE DEI RESIDENTI IN STATO DI BISOGNO ECONOMICO A CAUSA DELL’EMERGENZA COVID-19

Individuazione della platea dei beneficiari ed il relativo contributo a favore dei nuclei familiari più esposti agli effetti economici derivanti dall’emergenza epidemiologica da virus Covid-19 e tra quelli in stato di bisogno, per soddisfare le necessità più urgenti ed essenziali.

Per essere beneficiari occorre avere i seguenti requisiti:
a)    essere cittadini residenti ad Azzano Decimo;
b)    cittadini il cui nucleo familiare abbia una disponibilità sul conto corrente o strumenti analoghi bancari o postali, inferiore a € 5.000,00 alla data della presentazione della domanda;
c)    avere percepito nel corso del mese precedente a quello di presentazione della domanda, entrate in misura inferiore alla soglia per la vita dignitosa basata sui seguenti parametri:

N. componenti nucleo familiare    Soglia povertà relativa ISTAT 2018    Importo erogabile
1                                                     €    657,05                                          € 200,00
2                                                     € 1.095,09                                           € 250,00
3                                                     € 1.456,47                                           € 300,00
4                                                     € 1.785,00                                           € 350,00
5                                                     € 2.080,67                                           € 400,00
6                                                     € 2.365,39                                           € 450,00
7 e più                                            € 2.628,22                                           € 500,00

Verranno prioritariamente soddisfatte le famiglie che rispetto al mese precedente alla domanda non risultino percettrici di reddito, pensioni o sostegni pubblici (Rdc, Rei, Naspi, indennità di mobilità, CIG ed altre forme di sostegno locale o regionale), o altri contributi pubblici erogati per rispondere a bisogni primari;

L’entità dell’intervento è determinato in base al numero dei componenti il nucleo familiare, da un importo di € 200,00 per nucleo mono-personale, maggiorato di € 50,00 per ogni ulteriore componente, fino ad un massimo di € 500,00.